Una scelta naturale. Christie nella natura selvaggia di Estany d’Ivars i Vila-Sana

In Catalogna, nell’entro terra di Barcelona, vicino a Vilasana, c’era un lago. Drenato nei ‘meno ecologicamente consapevoli’ anni ‘50 il suo letto divenne presto dimora di cereali, erbe e molto altro.

Poi nel 2005, nell’ambito di un ambizioso programma di rigenerazione regionale, a Estany d’Ivars i Vila-Sana ritornò l’acqua e assieme ad essa la vita.

Stormi di mignattai (Plegadis falcinellus) si nutrono nelle acque ora poco profonde, le testuggini palustri europee (Emys orbicularis) un tempo qui quasi estinte, ora prosperano, mentre i cieli sono pattugliati dai falchi della palude.

Uno dei più ricchi paradisi della fauna selvatica della Catalogna

Tornata la vita nel lago, il cambiamento è arrivato anche per il villaggio di Vilasana, che con i suoi 700 abitanti si trova oggi vicino a uno dei più ricchi paradisi per la fauna selvatica della Catalogna, se non di tutta la Spagna. Dove un tempo cresceva solo erba, oggi accorrono i turisti.

Tutto questo ha portato prosperità e sicurezza, ma ha anche fatto emergere diverse esigenze. A differenza degli osservatori di uccelli, i normali turisti hanno bisogno di qualcosa in più di qualche gallinella d’acqua perchè il viaggio ne valga la pena.

Su scala umana

Per questo Vilasana è ora sede di un nuovissimo Centro di Immersione Audiovisiva di nuova concezione, progettato da Inside Consultores. Assimilando ispirazioni dal paesaggio circostante il villaggio, questa agenzia specializzata in branding e architettura lo ha progettato su scala naturale. Lo schermo della sala, largo dieci metri e alto due, segue dei principi antropometrici, mentre la disposizione dei posti a sedere avvolge un piccolo palco rotondo. L’effetto, secondo gli architetti, è quello di un singolo ciottolo che cade in una piscina.

Avendo prestato una tale cura per consentire all’auditorium una percezione naturale, è un piacere osservare sia la produzione che la proiezione e la loro armonia. Per la proiezione di un documentario naturalistico commissionato – La pel.licula de l’Estany – gli specialisti dell’installazione audiovisiva di Creative Rent hanno fornito tre proiettori 1DLP, Christie DHD600-G, con 6200 lumen centrali e risoluzione 1920 x 1080 HD tramite il partner di Christie, Charmex.

I ritmi naturali della giornata

Filmato in 4K e nel formato super panoramico della sala, La pel.licula de l’Estany segue i ritmi naturali della giornata – mostrando come il lago si trasforma dall’alba al giorno e poi fino alla notte. Nonostante la sua eccellenza tecnica, questo film è sottovalutato. È vero che utilizza a pieno tecniche come il time-laps e le telecamere sui droni, ma mai una volta tenta di superare la bellezza naturale del paesaggio. Intende sedurre piuttosto che gridare.

Un approccio così delicato funziona meravigliosamente, ma significa anche che la proiezione deve andare di pari passo. Ecco perché questi DHD600-G vestono perfettamente. Il loro contrasto dinamico migliora le immagini aumentando il rapporto di contrasto a 4800:1, la tecnologia DLP da 1 chip rende il meglio in quelle scene selvatiche amorevolmente riprese, mentre la corrispondenza del colore incorporata mantiene uniforme le immagini nei diversi proiettori.

Viste corrispondenti

Xavier Romeu, direttore di Inside Consultores, ha ritenuto che i suoi architetti abbiano trovato un proiettore in grado di accompagnare l’eleganza della loro visione, “…La qualità dei proiettori è fantastica e l’immagine è veramente chiara. Avevamo bisogno di proiettori in grado di cogliere la sfida di una proiezione in 4K e questo è ciò che abbiamo ottenuto. Non c’è nessun altro centro in Catalogna con questo livello di attrezzatura…”.

La rinascita di Estany d’Ivars i Vila-Sana ha portato notevoli benefici, sia alla fauna selvatica che alla regione, ma per ottenere tutto questo si è dovuto lavorare con empatia, sia rispetto al territorio che alle persone che ci vivono. A dimostrazione che le installazioni AV veramente degne di nota, raramente riguardano la sola potenza – anche loro lavorano al meglio quando lavorano con il buon senso.